Maschinenfabrik Berthold Hermle AGMaschinenfabrik Berthold Hermle AG

Bestseller!
Hermle nella stampa specializzata

Contatto 

Maschinenfabrik Berthold Hermle AG

Udo Hipp / Marketing Manager

Telefono: 07426 95-6238

E-mail: udo.hipp@hermle.de

Progetto “barca a vela” – Tecnologia MPA e migliore fresatura

24.05.2019
Barca a vela nello spazio di lavoro dell’Hermle C 400 con vela incorporata. Il ponte e il tetto in rame sono già stati fresati, così come le finestre della cabina nella cavità prodotta in modo generativo. La vela in alluminio è stata anodizzata.

La lavorazione additiva con la tecnologia MPA e la migliore fresatura diventano tutt’uno. In occasione dell’esposizione interna del 2019 Hermle AG presenta una barca a vela con alcune raffinatezze per mostrare un pezzo prefabbricato in modo chiaro e anche un po’ suggestivo, che può essere sia fabbricato in modo additivo sia lavorato ad asportazione di trucioli.

Innanzitutto tramite la tecnologia MPA di Hermle è stato fabbricato in modo additivo un pezzo grezzo (LAR x ALT x PRO 400 x 200 x 100 mm) da 1.4404. Grazie alla possibilità di combinare il materiale, alcuni punti (ponte e tetto della barca a vela) sono stati fabbricati in puro rame e in modo additivo. Allo stesso modo, utilizzando un materiale di riempimento idrosolubile è stata creata una grande cavità (cabina). Tramite la successiva lavorazione sono state fresate nuovamente le superfici di rame e sono state fresate anche le finestre della cabina, in modo da poter vedere il suo interno. Lo scafo della barca è stato eseguito tramite classica lavorazione simultanea a 5 assi, il cui materiale 1.4404 ha rappresentato una sfida sia per gli utensili utilizzati sia per quanto riguarda la strategia di fresatura selezionata.

Pezzo grezzo con cavità integrata e strati di rame ritratti, fabbricato in modo generativo tramite tecnologia MPA  

     

La vela con l’albero è stata fabbricata tramite una lavorazione in alluminio separata e questo è stato un compito complesso anche per il reparto di programmazione a causa della forma a filigrana. Il tutto è stato realizzato in modo ottimale grazie al sistema di programmazione Tebis.

Tramite l’abituale fissaggio con prigionieri lo scafo è stato poi collegato con l’albero e la vela. La barca a vela finita in futuro da Hermle rappresenterà simbolicamente entrambe le tecnologie, ovvero la produzione additiva e la lavorazione a 5 assi, il tutto in un’unica azienda.

arrow up

Cookies

Al fine di ottimizzare il funzionamento del browser, questo sito web utilizza i cookie.

Tutti i video, i salvataggi effettuati sotto "Customize" e le opzioni di localizzazione della tua posizione sono disponibili solo grazie ai cookie.

Scopri come utilizziamo i cookie e come modificare le tue impostazioni a riguardo.

Accetta i cookie